indicazioni coordinamento pedagogico FISM Lombardia

Carissime, carissimi

Questi ultimi giorni ci hanno visto impegnati (anche un pò provati!) nel fronteggiare, soprattutto su un piano amministrativo ed organizzativo, la situazione complessa connessa alla chiusura delle scuole e alla conseguente sospensione delle attività didattiche. L'incertezza che ha connotato questi giorni ci ha obbligato a lavorare a vista su un tempo dapprima non ben definito che a questo punto è diventato bisognoso di attenzioni e riflessioni legate alla dimensione pedagogica e relazionale.
Di fronte alla paura imperante, alimentata anche dai telegiornali e dai social, le scuole sono chiamate ad orientare il proprio sguardo e quello delle famiglie e a "nutrirlo" di speranza e di fede.
Fare cultura, allora, non è una preoccupazione riducibile al fare una buona didattica, magari a distanza, un riempire un tempo così da non perdere un programma (soprattutto alla scuola dell’infanzia); fare cultura è scegliere con cura quali semi è tempo di donare alla terra, così che possa accoglierli e farli germogliare.
Fare cultura è restituire significato al tempo che stiamo vivendo, alle relazioni, al collegio docenti, ai genitori, alla nostra famiglia (personale e professionale!).
Questa pausa che ci è stata imposta può diventare tempo donato se accogliamo le possibilità personali, sociali e associative.
Non mancheranno le fatiche, lo sappiamo, ma se avremo coltivato bene avremo riconquistato  l'essenza, l'unità, la solidarietà e i valori che da sempre sosteniamo.

In allegato troverete una riflessione della commissione pedagogica regionale, strumento crediamo utile per accompagnare le scuole in questo delicato momento.

Predisporremo un “contenitore” sul sito di www.fismlombardia.it  per ospitare tutti i contributi che perverranno da scuole di ogni Provincia.

Rimaniamo connessi. A tutti buona vita.

Giampiero Redaelli - Presidente FISM Lombardia 
Raffaella Oruzio per il Coordinamento pedagogico regionale.